Super User

Super User

Super User

Venerdì, 10 Agosto 2018 06:34

Agnes Larsson

Agnes Larsson - Svezia

Concettuale - Formale | Conceptual - Formal

Il lavoro di Agnes Larsson ruota intorno al concetto di esistenza che per l’artista è più facile esprimere mediante le sue opere piuttosto che attraverso le parole. Sviluppa concetti opposti come forza e fragilità, luce e ombra, vita e morte. Combina materiali quali carbonio e crine di cavallo. Larsson sceglie di lavorare con il carbonio in quanto considerato elemento morto, bruciato o carbonizzato, per esaltarne le proprie qualità intrinseche. In contrapposizione, aggiunge crine di cavallo quale materiale naturale per ridare vita ai suoi oggetti.

Agnes Larsson’s work revolves around abstract thoughts on our existence, that to her are more easily conveyed through her works rather than with words. She expresses opposite forces in her jewellery, such as strength and fragility, light and darkness, life and death. She combines materials such as carbon and horse hair. Larsson chooses to work with carbon due to the fact that it is considered a dead, burnt or charred element, whereas she wants to show its lifelike qualities. In contrast, she adds horse hair as a natural material that has connections to a living creature.

Giovedì, 09 Agosto 2018 12:35

Jimin Kim

Jimin Kim - Corea

Concettuale - Formale | Conceptual - Formal

Il ricordo della propria quotidianità passata, fatta di sequenze di immagini, è il terreno della sua ricerca. I gioielli diventano così uno strumento, un diario che prende forma sul quale appuntare, per non dimenticare, quei ricordi sfocati. Da soggetto passivo della memoria, Kim diventa parte creatrice, osservando come le sue emozioni e la sua sensibilità modificano la percezione di quelle immagini lontane.

The memories of her past life, made up of image sequences, are the grounds for the artist’s research. In such a way, the jewellery becomes a tool, a diary that takes form on which to take notes, so as not to forget those blurred memories. From being a passive subject of memory, Kim becomes the creator, observing how her emotions and her sensitivity change the perception of those distant images.

Giovedì, 09 Agosto 2018 12:27

Kaori Juzu

Kaori Juzu - Giappone

Concettuale - Formale | Conceptual - Formal

Kaori Juzu si lascia sedurre dal processo di costruzione mentre si immerge in un mondo di forgiatura, sbalzo e smalti. L’artista utilizza una vasta gamma di tecniche orafe, unitamente allo smalto, che applica in strati successivi conferendo all’oggetto profondità ed intensa bellezza delle superfici. Inizia così un dialogo tra materia e artista, che determina un rapporto di armonia con lo spazio circostante.

Kaori Juzu allows herself to be seduced by the making process, as she plunges into a world of forging, repoussé and enamel. The artist uses an array of different techniques together, along with enamelling, that she applies in multiple layers, thus creating depth and enhancing the surface of the metal. A dialogue between the artist and the material begins, resulting in an object that lives in harmony with the surrounding space.

Giovedì, 09 Agosto 2018 12:19

Amira Jalet

Amira Jalet - Costa Rica

Concettuale - Formale | Conceptual - Formal

Per Amira Jalet, tutto può diventare una gemma, indipendentemente dal materiale che viene impiegato e dal suo valore intrinseco. L’artista fa un parallelo con il mondo dell’architettura indicando che a rendere prezioso un gioiello è il modo in cui è costruito, il processo di progettazione e di esecuzione, proprio come nel campo dell’architettura. L’anello selezionato per la collezione è realizzato con materiali normalmente impiegati nella costruzione di edifici, ma reso prezioso grazie al lavoro meticoloso dell’artista.

Amira Jalet believes that anything can become a jewel, regardless of the material that is employed to make it and how precious that material is. The artist compares the making of jewellery to architecture and states that what makes jewellery precious is the design and construction process, just like in the architectural world. The ring selected for the collection is made of materials that are normally used in the construction of buildings, but have been made precious through the artist’s work.

Giovedì, 09 Agosto 2018 12:13

Yu Hiraishi

Yu Hiraishi - Giappone

Concettuale - Formale | Conceptual - Formal

Il processo creativo di quest’artista è sostenuto dai fondamenti dell’arte come il materiale, la forma e lo spazio, concepiti nel rapporto tra natura e struttura. La collana selezionata per la collezione, costruita da tubi rossi, crea una linea di confine continua, una sorta di protezione immaginaria, una barriera. La semplicità della forma, così come il colore, aggiungono forza e determinazione al pezzo.

Yu Hiraishi’s creative process is supported by the fundamentals of art, such as material, form and space, conceived in the relationship between nature and structure. The necklace selected for the collection, constructed by red pipes, creates a continuous border line, a sort of imaginary protection or boundary. The simplicity of line and shape, as well as the striking colour, add power to the piece.

Giovedì, 09 Agosto 2018 12:00

Makoto Hieda

Makoto Hieda - Giappone

Concettuale - Formale | Conceptual - Formal

Nel gioiello di Makoto Hieda il vuoto si fa protagonista, modellato da un senso etereo della forma ed una capacità di esprimere raffinate qualità tattili. Un ulteriore fattore di interesse è che, grazie alla trasparenza della rete utilizzata, percepiamo la presenza di elementi mobili all’interno della struttura principale, elementi che vengono lasciati fluttuare così da creare movimento.

In Makoto Hieda’s jewellery, empty space plays a major role, space that has been formed by an ethereal sense of shape and the capacity to express refined tactile qualities. An additional interesting factor is that, due to the transparency of the mesh used, we can see the presence of mobile elements inside the main structure, elements that are left to fluctuate creating movement.

Giovedì, 09 Agosto 2018 09:52

Heidemarie Herb

Heidemarie Herb - Germania

Concettuale - Formale | Conceptual - Formal

Il colore gioca un ruolo predominante nelle opere di Heidemarie Herb. Colori che evocano diversi stati d’animo, sentimenti, pensieri, dalla felicità alla tristezza, dalla vita alla morte. Colori che abbinati assieme creano nuove armonie. Nei suoi gioielli emerge forte l’amore per il gioco e la sperimentazione tra materiali e forme. Il suo approccio semplice e ludico suscita in noi ricordi dei nostri giochi d’infanzia.

Colour plays a prominent role in the works of Heidemarie Herb. Colours that evoke many different states of mind, feelings, thoughts, from happiness to sadness, from life to death. Colours that combined together form a new kind of harmony. Through her jewellery, we discern the artist’s disposition to play and experiment with materials and forms. Her simple, fun-like approach stirs up memories of our childhood games.

Giovedì, 09 Agosto 2018 09:45

Joohee Han

Joohee Han - Corea

Concettuale - Formale | Conceptual - Formal

Johee Han è da sempre attratta dal paesaggio urbano dal quale ha preso ispirazione per la creazione dei suoi gioielli. Ha effettuato un’attenta analisi delle strade, le forme, i colori e le strutture delle case, delle irregolarità e diversità degli edifici. Le varie scene di un vicolo sono state miniaturizzate ed astratte e quindi ricreate come nuovo spazio indipendente.

Johee Han has always been drawn to urban landscapes, from which she has taken inspiration for her jewellery making. The artist has made an analysis of the shapes and structures of streets, houses, of the irregularity and diversity of buildings. The various scenes of an alley were taken and abstracted and consequently recreated as a new independent space.

Giovedì, 09 Agosto 2018 09:37

Maria Rosa Franzin

Maria Rosa Franzin - Italia

Concettuale - Formale | Conceptual - Formal

Maria Rosa Franzin, esponente della Scuola di Padova, rimane fedele all’uso di materiali classici del mondo del gioiello, come l’oro e l’argento, seppure con l’introduzione, negli ultimi anni, di resine che conferiscono colore alle opere. Caratteristico del suo modo di lavorare, è l’uso quasi intangibile dell’oro sulla superficie dell’argento brunito o bianco, piccoli frammenti che catturano la luce così da rivelarci la bellezza e lo splendore del colore. I suoi gioielli si sviluppano spesso mediante un doppio strato e presentano un’ulteriore tridimensionalità con elementi che fuoriescono dalla superficie, così da creare interessanti giochi di ombre.

Maria Rosa Franzin, part of the Padua School movement, remains true to the use of materials that are typical of the jewellery world, such as gold and silver, although these have seen the introduction, in recent years, of resins conferring colour to her pieces. A characteristic of the work is the use of tiny specks of gold on the surface of oxidised or white silver, small fragments that capture the light so as to reveal the beauty and the warmth of their colour. The artist’s works often feature a double-layered surface and offer an additional three-dimensional aspect with protruding elements, so as to create an interesting play of shadows.

Giovedì, 09 Agosto 2018 09:31

Beate Eismann

Beate Eismann - Germania

Concettuale - Formale | Conceptual - Formal

Beate Eismann seleziona i materiali e le tecniche in base a ciò che vuole esprimere con un’opera. Il suo approccio eclettico le permette di passare da un tipo di materiale o tecnica, ad un altro. L’artista combina le più moderne tecnologie con metodi di lavorazione classici, in un’interessante combinazione di tradizione e innovazione. Spesso, il lavoro dell’artista indaga il potenziale della riproduzione ed il suo rapporto con l’oggetto originale. L’opera selezionata per la collezione fa parte di un gruppo di circa 25 pezzi, realizzati con carta fatta a mano, in cui vengono incorporate particelle di metallo, pietre preziose e/o parti tessili.

In her making process, Beate Eismann selects materials and techniques according to what she wants to express with a piece. Her eclectic approach allows her to move from one type of material or technique, to another. The artist combines latest technology with traditional methods, resulting in an interesting mix of old and new. Her work often investigates the potential of reproduction and its relationship to the original object. The piece selected for the collection forms part of a group of about 25 pieces. They consist of handmade paper in which metal particles, precious stones and/or textile parts were worked into.