Redazione

Redazione

Redazione

Martedì, 13 Settembre 2022 07:02

Kontrapunkt

Nell'ambito della Budapest Jewelry Week, dal 12 al 18 settembre 2022 è in atto la mostra KONTRAPUNKT presso la Galleria K.A.S. Galería, in Ungheria.

I partecipanti alla mostra sono:

Rita Besnyoi, Luca Sági, Jürgen Veit, Lieta Marziali, Vica Gábor

 

CONTRAPPUNTO 

Come parola, arte è percepita come prodotto: un sostantivo, un oggetto. In inglese, ungherese, tedesco e italiano non c'è verbo per la parola "arte", e ci si concentra invece sui manufatti, sui risultati invece che sul processo del fare. Eppure è nel pensare e nel fare che le individuali pratiche artistiche si impegnano per creare armonie da voci interiori e sfide — emotive, materiali, tecniche, personali, politiche — e spesso all'incrocio tra varie discipline. In una mostra di gruppo si presenta l'ulteriore sfida di far lavorare insieme tutte queste già complesse armonie in una sovrastruttura, testando le differenze per trovare punti in comune, accettando le debolezze per creare forza, lasciando andare il controllo per migliorare la cooperazione.

"CONTRAPPUNTO" si prefigge lo scopo di mostrare gli artisti nella liminalità del loro pensare e agire: nell'interrogarsi sui propri limiti, nell'esplorare e valorizzare il disequilibrio, nel de-costruire al fine di costruire, nel lottare attraverso il caos al fine di trovare nuovi equilibri. Ma "CONTRAPPUNTO" si prefigge anche di dimostrare che, se una voce singola contiene già lo spessore di un intero coro, quando un insieme di voci distinte si unisce, l'energia della loro polifonia ha il potere di moltiplicarsi, di riverberare e risonare, come un cristallo irregolare sotto il sole, e di promuovere un modello di vita di indipendente interdipendenza dove il complesso potenziale dell'intersezione dei vari raggi è sempre più forte di quello dei raggi singoli. (Testo di Lieta Marziali)

 

NOTE: sabato 17 settembre alle ore 17:10 in live streaming con Budapest Jewelry Week

 

Lunedì, 25 Luglio 2022 08:19

Gioiello Devozionale

La mostra intitolata Gioiello Devozionale, 17° edizione di Pensieri Preziosi, si terrà dal 25 novembre 2022 al 16 febbraio 2023. L'inaugurazione il 25 novembre 2022 all’Oratorio di San Rocco a Padova.

La tematica proposta al concorso non era intesa come “devozione religiosa”, ma come ampia visione del concetto e del significato di “Loss” volto alla PERDITA, ad una improvvisa mancanza, totale e permanente di un affetto, come dimostrano di rivolgersi a esempio, i gioielli della produzione cosiddetta Mourning Jewelry di epoca vittoriana, o di una perdita che coinvolge il sistema vitale del nostro pianeta.
Il progetto proposto dalla socia Elena Alfonsi di AGC Associazione Gioiello Contemporaneo, ha suscitato grande interesse e partecipazione nazionale ed internazionale, da Europa, Giappone, Stati Uniti, Corea, Sud Africa, Cina. La selezione degli autori è stata curata dalla Dott.ssa Mirella Cisotto Nalon, già Capo Settore Attività Culturali del Comune di Padova, dalla Dott.ssa Elena Alfonsi studiosa di Storia della critica d’Arte, e Tanatologa Culturale.

La manifestazione è realizzata grazie al Comune di Padova - Assessorato alla Cultura.

Autori selezionati:

Adi Harush, Alain Roggeman, Alessandra Pizzini, Anna Retico, Annarita Bianco, Birgit Thalau, Carla Riccoboni and Silvia Sandini, Carmel Boerner, Caterina Zanca, Chiara Scarpitti, Chris de Beer, Claudia Beatriz Schlabitz, Claudia Steiner, Corrado De Meo, Cova Rios, Cristina Celis, Daniela Repetto, Delphine Perrache, Eiko Nakahara, Erle Nemvalts, Esteban Erosky Martinez, Flavia Fenaroli, Floor Mommersteeg, Francesca Di Ciaula, Gemma Canal, Gigi Mariani, Giulia Lanza, Holland Houdek, Jeemin Jamie Chung, Laura Forte, Lauryna Kiškytė, Lena Lindahl, lluis Comin, Lorena Lazard, Maja Houtman, Małgosia Kalińska, Margarita Malliri, Margo Orlovic, Maria Rosa Franzin, Marta Fernandez Caballero, Marta Ortí, Michelle Kraemer, Mineri Matsuura, Miriam Diament, Misaki Nomoto, Mona Wallstrom, Monique Lecouna, Natalia Araya, Patrizia Bonati, Pilar Viedma Gil De Vergara, Rachel Ouizemann, Roberta Bernabei, Roberto Zanon, Rosa Borredà, Sara Barbanti, Sara Progressi, Saskia Tossaint, Simona Materi, Sol Rios, Soonin Han, Sophie Hanagarth, Stefano Rossi, Tinne Delfs and Mette Olsen, Viktoria Münzker, Xiaoyan Rong, Yiota Vogli, Yueyang Sun, Yuka Jourdain, Yukiko Kakimoto.

Saranno presenti all’esposizione una serie di opere di autori invitati:

Alejandra Solar, Arata Fuchi, Cristina Filipe, David Bielander, Helen Britton, Jivan Astfalck, Judy McCaig, Jurgen Eickhoff, Kadri Maelk, Kazumi Nagano, Marianne Schliwinsky, Ramon Puig Cuyas, Sebastien Carrè, Stephen Bottomley, Silvia Walz, Tanel Veenre.

by Kadri Maelk

by Marianne Schliwinsky

by Alejandra Solar

by Arata Fuchi

by David Bielander

by Helen Britton

by Jivan Astfalck

by Judy McCaig

by Kazumi Nagano

by Sebastien Carrè

by Stephen Bottomley

by Tanel Veenre

by Silvia Walz

by Ramon Puig Cuyas

by Jurgen Eickhoff

by Cristina Filipe

Lunedì, 18 Luglio 2022 07:45

Giulia Morellini

Italia

 

Ciao sono Giulia Morellini, creatrice di Morellini Lab, uno spazio che dà vita alle emozioni. Creare gioielli è diventato un modo per materializzare i miei pensieri, attraverso un nuovo linguaggio. Tramite Morellini lab vorrei che l’acquirente entrasse in connessione con il gioiello e trovasse in esso una propria verità. Credo nella libertà di espressione, al di là delle mode. Credo nella semplicità perchè unica e personale. Credo nell’artigianato perchè in grado di dar vita ad oggetti unici e personali.

Hi, I’m Giulia Morellini, creator of Morellini Lab, a space that gives life to emotions. Creating jewelry has become a way to materialize my thoughts, it becomes a new language. I would like the buyer will connect with the jewel and will find him/ herself. I believe in freedom of expression, beyond fashion. I believe in simplicity, because it is unique and personal. I believe in craftsmanship, because it gives life to unique and personal objects.

Giovedì, 30 Giugno 2022 10:28

Gioielli in Fermento 20|21 Virtual preview

Gioielli in Fermento 20|21 Virtual preview

June 7, 2021 at 7pm

online celebration

 

E’ un’emozione riportare il mondo in #VillaBraghieri

Ringrazio tutti coloro che hanno confermato il sostegno a questo progetto anche in questa laboriosa edizione decennale:
l’ AGC Associazione Gioiello Contemporaneo, il Comune di Castelsangiovanni che ci ospita, Allied Group, LAO Le Arti Orafe Jewellery School, Archivio Negroni Milano, SPV, La Soaza, Angela Petrarelli e le collaborazioni internazionali Joya Art Jewellery & Objects, Grupo Duplex Ieva Bondare e la prestigiosa giuria - Prof Alba Cappellieri, Renzo Pasquale, Olga Zobel Galerie_Biro' Monaco di Baviera.
Ringrazio le amministrazioni che ci hanno riconosciuto merito del patrocinio e le associazioni del territorio DeA Piacenza, Rete Confluenze, La Valtidone, InfoPoint_valtidoneluretta Associazione Nazionale Le Donne del vino dell'Emilia Romagna e Consorzio vini Piacenza con Enoteca Regionale dell'Emilia Romagna.

In dieci anni dal vino all’arte, Gioielli in Fermento ha portato uno sguardo collettivo appassionato sulle colline e lo ha poi disseminato in molti luoghi, è stata una esperienza lunga e ogni volta originale, per me che ne ho accompagnato tutti i passi e spero per tutti coloro che ne hanno fatto parte.

Ai 62 autori della prima parte (2020), si aggiungono 15 autori nel 2021 con in tutto più di un centinaio di opere per la doppia edizione delle mostra. A loro si affianca un cinquantina di opere della sezione studenti, dai licei artistici (Lodi, Padova, Trento) alle scuole orafe, accademie e master in design - che registra le varie sfaccettature delle opportunità formative nel contesto dell’ornamento.

To the 62 jewellery artists and designers of the first part (2020), 15 more have been selected in 2021 with a total of more than a hundred works for the double edition of the exhibition. About other fifty works represent the student section, from high schools of art (Lodi, Padua, Trento) to goldsmith schools, academies and masters in #jewellerydesign - stating the various facets of educational opportunities in the context of #ornament.

grazie | thank You
Eliana Negroni

#gioielliinfermento_official
#gioiellinfermento
#wearableart #invaltidone

wearers: Antea, Federica, Teresa, Enrico, Ruggero
music: Suddenly it’s spring (J.Von Heusen)
Giuliano Perin vibrafono, Franco Lion contrabbasso, Daniele Scambia batteria
cd Some Other Spring, Cat Sound Records - Statale11

video e montaggio: Angela Petrarelli
concept: Eliana Negroni

Per maggiori informazioni vai al sito: https://gioiellinfermento.com/2021/06/07/premio-2021-award/

Mercoledì, 29 Giugno 2022 07:13

Mostra di fine anno 2022 | LAO - Le Arti Orafe

Giovedì 30 giugno alle ore 19.00 LAO - Le arti Orafe apre le aule e laboratori al pubblico in occasione della mostra di fine anno scolastico 2022.

Sono esposti i lavori delle sezioni di oreficeria, disegno del gioiello, CAD e stampa 3D, incisione, incassatura, smalti, lavorazione della cera, microfusione.

In mostra anche le fotografie realizzate grazie a un progetto di collaborazione tra studenti di Fondazione Studio Marangoni Firenze e studenti di LAO.

Charlotte Vanhoubroeck, una delle artiste selezionate per il concorso internazionale PREZIOSA YOUNG, e vincitrice del PREMIO SPECIALE LAO, che consiste in una residenza di artista a Firenze, presenterà i lavori realizzati durante il suo soggiorno a LAO.

In mostra anche alcuni degli oggetti realizzati nei laboratori LAO dai partecipanti al progetto europeo “Art@heart” Social Handcraft Experience, per la realizzazione di GIOIELLI SOSTENIBILI.

 

Domenica, 19 Giugno 2022 05:09

Sílvia Serra Albaladejo

Spagna

 

I am seduced by the tempo, the stubbornness and the synchrony of trade as vital as ours. We confer on our works the value of communicating from the symbolic language itself. A communicative language embraces the creator, the wearer and the viewer at the same time. / Sílvia Serra Albaladejo

Our relationship to the industrial object is functional; with work of art, it is semi religious; to handicraft, it is corporeal. It is really not a relationship, but a contact. / Octavio Paz, Craft, The use and contemplation.

 

 

 

 

 

With the Plate on the Table
Brooch - 2017 | Silver, plastic, ceramic, acrylic, gold leaf. 10 x 12 x 4 cm
With the Stone to the shoe
Brooch - 2017 | Silver, plastic, quartz, acrylic, gold leaf, steel, wood, leather. 10 x 8.5 x 2.5 cm
Helpless Refugees
Brooch - 2017 | Silver, plastic, aluminium, acrylic, gold leaf, steel. 8 x 8 x 2 cm
Mare Nostrum
Brooch - 2018 | Silver, plastic, cotton thread, gold leaf. 30 x 4.5 x 3.5 cm

ll 10 Giugno 2022 alle ore 18.30 s’inaugura presso lo spazio di Monza LeoGalleries in via De Gradi 10 la mostra di gioielleria contemporanea di ricerca composta da 84 gioielli provenienti dalla Fondazione Raffaele Cominelli. L'esposizione è curata da Rita Marcangelo, Rossella Tornquist e Rosanna Padrini Dolcini ed è inserita negli eventi di FuorisaloneMonza 2022.
La mostra è organizzata e realizzata dal progetto Addicted, una nuova realtà nata per far conoscere e sostenere il mondo del gioiello contemporaneo e d’artista e che verrà presentato ufficialmente proprio in questa occasione."A presentare l’idea di Addicted, le sue scelte e le sue finalità in occasione dell’inaugurazione della mostra, sarà la storica dell’arte Simona Bartolena insieme a Laura Gadda, Elena Guerini e Daniela Porta di Leogalleries, fondatrici di questa nuova realtà (tutte già attivissime nel mondo dell’arte)."

Il 16 giugno 2022 alle ore 18:30 si svolgerà l'evento incontro, con le curatrici della Collezione per presentare le attività della Fondazione Cominelli illustrando i gioielli esposti.
La Collezione Permanente è nata da una collaborazione tra l'Associazione Gioiello Contemporaneo e la Fondazione Cominelli, all'interno dell'annuale Premio Fondazione Cominelli, un concorso che dal 2010 ha visto la partecipazione di artisti del gioiello contemporaneo di tutto il mondo. La Collezione, iniziata nel 2011, è stata curata per il primo anno dalla Dott.ssa Bianca Cappello, critica e storica del gioiello, la quale ha proceduto ad una prima selezione degli artisti sulla base dei diversi modi e aspetti interpretativi della materia. Dal 2012, Rita Marcangelo ha preso in mano il lavoro avviato, oltre ad un ampliamento della Collezione mediante la costante selezione di nuove opere, ha eseguito una completa riorganizzazione della stessa, al fine di dare una più ampia panoramica sulle diverse aree di ricerca che caratterizzano il gioiello contemporaneo oggi. Così, il percorso espositivo è stato articolato in quattro macro aree tematiche, a loro volta suddivise in specifici ambiti di interesse.

Tra le ultime opere donate, un bracciale di Marjorie Schick da parte di Helen W. Drutt English è una delle più importanti collezioniste di gioiello contemporaneo. Fu invitata da AGC e dalla Fondazione a selezionare i partecipanti del premio Cominelli nell'edizione del 2017 - 2018. In quell'occasione rimase molto colpita dal luogo e dal progetto. Nominata dalla famiglia Schick responsabile ad affidare le opere dell’artista a musei e collezioni permanenti, che per lei fossero più meritevoli per importanza e qualità decise di donare alla Collezione Permanente il bracciale Ridget armlet del 1994.

bracciale di Marjorie Schick

spilla di Alba Polenghi Lisca

spilla di Jimin Kim

spilla di Judy McCaig

anello di Maria Cristina Bellucci

anello di Nahoko Fujimoto

spilla di Silke Trekel

pendente di Trinidad Contreras

 

Giovedì, 09 Giugno 2022 09:53

Corrado De Meo

ELEMENTO MUTEVOLE NEL TEMPO è il titolo della mostra di gioielli contemporanei di Corrado De Meo presso la Sala delle Esposizioni Temporanee del Museo di Storia Naturale e del Mediterraneo di Livorno.

Le opere di Corrado De Meo, che sono più di cinquanta, spaziano in epoche diverse e raccontano fasi della sua ricerca che in questi ultimi 20 anni, ha accompagnato i suoi “vagabondaggi” e gli hanno consentito di misurarsi con materiali e tecniche che lo hanno aiutato a rinnovarsi ed a raccontare il suo percorso professionale; un percorso cominciato più di 40 anni fa. Quando ha iniziato questa avventura, non sapeva nemmeno lui dove lo avrebbe portato, sapeva solo che voleva partire alla scoperta di un mondo di forme la cui sola ragione di esistere è quella di raccontare e far nascere emozioni. In questi anni, dopo tanto cercare, ha capito che il suo scopo non era raggiungere un obbiettivo, ma continuare il “viaggio”, un viaggio in compagnia della “materia”, di questo “mistero” col quale, in questi anni, ha interagito lasciandosi suggerire vie nuove o scoprendone di nuove Io stesso.

spilla di Corrado De Meo

Mercoledì, 25 Maggio 2022 07:51

#circolare di nome e di fatto!

workshop in archivio – mercoledì 8 e domenica 12 giugno 2022
jewelry design workshop: progettiamo in “circolare”
Tutti i tondi possibili, sfridi di metallo, granulati dalla stampa 3D… ma prima di tutto la vostra testa, per sfidare l’economia circolare nel quartiere CiStà – Città Studi Acquabella Social District

Un’introduzione alla progettazione del gioiello e un focus sull’uso dei materiali di recupero superando la logica del semplice assemblaggio.

Il workshop consiste in un esercizio di progettazione / design del gioiello a partire da materiali di recupero circolare da altre attività (lavorazioni del metallo e scarti da stampa 3D) aperto al confronto sia tra specialisti che tra i cittadini-osservatori. Focalizzare sul design del gioiello significa proporre una scala di lavorazione sostenibile e facilmente accessibile, sia a studenti e progettisti emergenti, sia a cittadini sensibilizzati e di conseguenza interessati ad approfondire il tema della circolarità. La valorizzazione della cultura di progetto in questo caso si pone l’obiettivo di superare la logica di semplice assemblaggio, grazie a un processo di studio di livello professionale, guidato da esperti del settore (Cristian Visentin Studio, Archivio Negroni, AGC Associazione Gioiello Contemporaneo) rivolto a giovani ricercatori nel campo del design di prodotto e design del gioiello.

A partire da scarti sfridi, elementi metallici e non del nostro archivio materiale (Archivio Attrezzeria Negroni) e degli altri partner tecnologici (Superforma XYZ e Cristian Visentin Studio) proponiamo un approccio introduttivo alla progettazione e design del gioiello con materiali di recupero.
Alla parte pratica, segue l’esposizione dei risultati (schizzi, prototipi, elaborazioni grafiche e digitali) rivolta in primo luogo ai cittadini/residenti del quartiere allargato (Città Studi Politecnico / in collaborazione con l’associazione CiStà Città Studi Acquabella Social District) per la sensibilizzazione sui temi di “scarto/riuso/riparazione” ornamentale, attraverso la rappresentazione dei risultati elaborati dai partecipanti del workshop, a cui verranno affiancati esempi in tema realizzati da artisti e designer del gioiello internazionali – a cura di Archivio Negroni in collaborazione con Associazione AGC, LAO Firenze, IED Milano.

L’aspetto centrale del workshop è dato dai MATERIALI UTILIZZATI a disposizione dei partecipanti: sfridi metallici, frammenti metallici d’archivio, disegni e modelli d’archivio scarti dalla stampa 3D; granulati e rilavorati; semilavorati di recupero pre-adattati secondo suggerimenti di progettazione.
Una prima sessione introduttiva e preparatoria si svolgerà online MERCOLEDÌ 8 GIUGNO alle ore 12 (il link verrà comunicato dopo la presente registrazione) a cui seguiranno successivi appuntamenti di approfondimento online in vista della sessione operativa di DOMENICA 12 GIUGNO (in Archivio Negroni – dalle 10 alle 18 per il gruppo dei partecipanti iscritti).
L’esperienza si concluderà con la presentazione degli elaborati e l’apertura al pubblico dell’Archivio dalle ore 18 alle ore 21.
L’esposizione al pubblico sarà aperta e fruibile fino a Lunedì 13 alle ore 14,30.
I materiali sono forniti dai partner del progetto e la fase progettuale verrà guidata dall’arch. Cristian Visentin (Cristian Visentin Studio), professionista e docente di design del prodotto e del gioiello.

Destinatari: studenti universitari, accademie e scuole di design, progettisti emergenti, jewellery designers

Durata: sessione online 1 ora (mercoledì 8 giugno dalle 12 alle 13) sessione giornaliera in archivio (domenica 12 giugno dalle 10 alle 18)

Posti limitati: 8 persone

con

Cristian Visentin, Designer e docente

SuperForma 3D specialists Team

Eliana Negroni, curatore dell’Archivio Negroni

 

PRENOTAZIONI SU EVENTBRITE (link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-circolare-di-nome-e-di-fatto-338976918087)

evento gratuito – posti limitati – info:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – T. 333 4003308

Archivio Negroni – via Filippo Tajani 3 – 20133 Milano

#circolaredinomeedifatto
@archivionegroni
@cristianvisentinstudio
@superforma.xyz
@agc_jewellery
@cista.milano.it
@manifattura_milano

 

Venerdì, 27 Maggio 2022 05:35

AGCpunto22

Torna dopo alcuni anni di pausa l'evento annuale dedicato ai soci di agc e riprende il nome "AGCpunto" a sottolineare l'intenzione di proporre un punto di incontro, di confronto e di presentazione nella vita annuale della nostra associazione. Ringraziamo il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo che ospita la mostra delle opere rapprensentative degli autori, designer e artisti del gioiello contemporaneo, che fanno parte dell'associazione e con la loro ricerca contribuiscono ad indentificare la visione contemporanea dell'ornamento, ideato in qualità di pezzo unico o multiplo in serie limitata e nella maggioranza dei casi realizzato in autoproduzione. Un panorama molto ricco e multiforme nell'approccio a questa forma espressiva ancora troppo poco valorizzata ed esplorata da critica e art media.

La mostra si inaugura sabato 4 giugno alle ore 17 e sarà visitabile negli orari di apertura del museo fino a domenica 12 giugno.

Domenica 5 giugno è previsto un meeting dell'associazione aperto a tutti. Orario e luogo dell'incontro sarà comunicato nei prossimi giorni ai soci che si sono già registrati. Chi desiderasse aggiungersi può contattarci - RSVP Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Autori in mostra:

Sara Barbanti, Roberta Bernabei, Maura Biamonti, Annarita Bianco, Elisabetta CarozziLuisa Chiandotto, Jamie Chung, Lluis Comin, Roberta Consalvo Sances, Katarina Cudic, Corrado De Meo, Clara Del Papa, Nicolas Estrada, Fluxis, Laura Forte, Maria Rosa Franzin, Nicoletta Frigerio, Stefano Fronza, Andrea Lombardo, Elvio Lunian, Letizia Maggio, Rita Marcangelo, Gigi Mariani, Lieta Marziali, Mineri Matsuura, Marco Minelli, Francesca Mo, Kazumi Nagano, Eliana Negroni, Liana Pattihis, Roberta Pavone, Marco Picciali, Irma Podini, Sara Progressi, Anna Retico, Stefano Rossi, Chiara Scarpitti, Silvia Serra Albaladejo, Claudia Steiner, Yoko Takirai e Pietro Pellitteri, Ognyana Teneva, Gabi Veit, Yiota Vogli, Babette Von Dohnanyi.

AGCpunto è un progetto in divenire a cui l'associazione lavorerà in futuro alla ricerca di nuove collaborazioni e visioni. Tutti coloro che vorranno unire le forze sono i benvenuti. Arrivederci a Livorno!

a seguire alcune opere degli autori in mostra:

 

Sara Barbanti | spilla, "Tear" | carbone, argento, acciaio

Gigi Mariani | anello, "Rust" 2009 | argento, patina

Stefano Fronza | spilla, "Piece of a Dream" | stampa su Dibond, titanio e acciaio

Chiara Scarpitti | spilla, "Anthropocene_extinct" | silver rhodium, black steel, pure silk, plexiglass

Fluxis | collana, "SONOS" | PLA stampa 3d, finitura manuale

Andrea Lombardo | collana, "Vessel" | rame smaltato, argento ossidato

Luisa Chiandotto | collana, "Proliferazione" | vetro, cristallo, argento, lega shibuichi, ossidazione

Anna Retico | bracciale, "Onda" | rame, cotone cerato, elettroformatura

Jamie Chung | spilla, "Two Separate Ways No.7" | brass, pigment, gold leaf

Rita Marcangelo | spilla, "Message in a Bottle" | bottiglia plastica, argento, acrilici

Yoko Takirai e Pietro Pellitteri | bracciali, "Connections" | argento 925, smalto acrilico

Roberta Consalvo Sances | spilla, "ZERO4" | acciaio inossidabile, argento

Lluis Comin | spilla, "The magic mountain n.25" | argento, oro, ebano, lapizlazuli

Annarita Bianco | collana, "Graft|01" | argento925, patina, resina, e-waste (cavi usb)

Claudia Steiner | spilla, "In familiar circles" | resina, pigmenti, rame, argento 

Yiota Vogli | bracciale, "Armor" | alpaca, oxidation, paint

Babette Von Dohnanyi | collana, "Pattern" | ag 925 ruthenium

Marco Minelli | anello, "Vibrante 3" | policarbonato, silicone e alluminio

Francesca Mo | collana, "Bollicine" | argento, resina

Lieta Marziali | anello, "Tutti Giù Per Terra" | tappo di vasetto, latta vintage, fischietto di bollitore, ciondolo d'argento rame, filo d'acciaio, colla, perlina di plastica

Stefano Rossi | spilla, "Doppelganger" | legno di amaranto, mokume gane (ottone, argento, rame), argento, acciaio armonico

Clara Del Papa | anello, "Nest" | argento 925, ossidazioni all’aceto balsamico, argento decapato, foglia d’oro 24kt, due gocce di acquamarina

Maura Biamonti | Orecchini, "Pitosforo" | argento ossidato e granato

Eliana Negroni | anelli, "Aluminium party" | aluminium

Mineri Matsuura | spilla, "Metamorphosis-3" | silver, stainless steel, paint

Irma Podini | spilla, "corolla blu" | argento, pigmenti, smalto, acciaio

Letizia Maggio | collana, "Untitled" | argento, seta giapponese, acrilico

Nicolas Estrada | anello, "Open Sky" | silver, agate